Terapia Laser a Diodi


Alla scoperta del sorriso | Laser a Diodi | Comfort Ottimale

Da amante di #tecnologia ed #innovazione, e in modo particolare se ciò riguarda la cura dei miei #pazienti, dopo essermene occupato sui miei canali social, è arrivato il momento anche su questo #blog di iniziare a parlarvi della #terapia attraverso l'ausilio del #laser a #diodi!


Quali sono i disturbi gengivali che posso esser trattati con il laser?

#Gengive gonfie, sanguinanti, dolenti, quindi perdita di attacco e formazione di tasche fino alla mobilità del #dente e alla sua perdita; questi sono i sintomi della patologia gengivale conosciuta dal grande pubblico come “piorrea”. L’importanza di intervenire nel caso in cui si presentino questi segnali è verificato da studi scientifici che confermano una stretta correlazione tra malattia gengivale e malattie cardiache, polmonari e, non ultimo, parti prematuri.


La terapia parodontale laser assistita come agisce?

Viene utilizzata una fibra portatrice di energia laser che grazie all’azione #fototermolitica del laser diodo determina la distruzione della componente batterica nella tasca, l’eliminazione del tessuto infetto, la stimolazione di un nuovo collagene e quindi il ripristino funzionale dei tessuti. La decontaminazione e la formazione di nuovo attacco porteranno alla scomparsa della tasca evitando l’intervento chirurgico.



Scopri le grandi capacità del laser a diodi | Nell'immagine disegno dello strumento laser a diodi

Il laser a diodi è in grado di tagliare, coagulare o vaporizzare la zona interessata in modo veloce e indolore. Il laser permette inoltre di ridurre o eliminare l'uso dell'anestetico.


Quali sono i vantaggi?

Fino ad ora la terapia di mantenimento veniva praticata esclusivamente con un azione meccanica con l’utilizzo di #strumenti manuali e ultrasonici e, quando questa non bastava, era inevitabile il passaggio alla terapia chirurgica, pagando quindi un prezzo biologico alto dovuto in parte alla necessità di tagliare la gengiva e in parte provocando un notevole disagio per il paziente che doveva subire l’#anestesia, l’incisione, la sutura e una lunga e complessa #guarigione.


L’utilizzo del laser e doloroso?

Nella maggior parte dei casi non è neppure necessaria l’anestesia in quanto l’energia del laser ha un effetto antidolorifico agendo sulle terminazioni nervose e inibendole.


Quante sedute sono necessarie?

In alcuni casi è sufficiente addirittura una seduta soltanto, in altri casi due o tre richiami nel corso dei mesi sono opportuni per chiudere il ciclo di terapia.


 
Se desideri provare questo tipo di trattamento perché lo reputi più adatto alle tue caratteristiche oppure semplicemente desideri maggiori informazioni sull'utilizzo di questa tecnologia sarò felice di poterti essere d'aiuto!


9 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti