top of page

Problemi di afte?

Che cos'è quella fastidiosa ulcera di alcuni millimetri rotondeggiante che ho in bocca?
Oddio, ma quante sono? E quand'è che se ne vanno?
Com'è possibile che appena guarito mi siano già ricomparse??

Se vi siete imbattuti almeno una volta nella vita in un'#afta alla bocca, sappiate che queste sono le domande più frequenti che i pazienti affetti tendono a porsi.



Cause:

Premesso che le cause della comparsa delle afte non sono ancora del tutto conosciute, si ipotizza che queste possano essere molteplici e dipendenti tra loro, e quindi legate a fattori di natura psicosomatica (come lo #stress per esempio), allergiche, autoimmuni, ormonali, infettive, genetiche e dietetiche.

In alcuni casi, le afte della bocca possono essere causate in conseguenza a traumi locali come morsicature a seguito della masticazione o erosioni dovute a spazzolamenti troppo energici.

Dal punto di vista dietetico invece si presuppone sia facilitata da una dieta troppo ricca di alcolici, cibi piccanti, grassi animali, frutta secca, formaggio e cioccolato.

Anche la carenza di vitamina B12 (carente nei #vegani), acido folico o vitamina b9 (presente nei vegetali freschi), minerali quali zinco e ferro in modo particolare, sono associati all'insorgenza di afte della mucosa orale.


Sintomi:

La comparsa di un'afta è spesso preannunciata da una sensazione di bruciore che si manifesta uno o due giorni prima nell'area in cui si formerà la #lesione, anche se l'aspetto della mucosa appare ancora normale.

Dopo questa prima fase, nell'area interessata si assiste alla comparsa di un arrossamento localizzato che, in seguito, evolverà in una lesione di forma tondeggiante e di colore bianco-giallastro.

Le afte della bocca così formate possiedono la caratteristica di essere dolorose sia spontaneamente, sia soprattutto al contatto, specialmente durante la masticazione di cibi che possono contenere sostanze acide, piccanti e salate; il tutto però ci tengo a sottolineare che avviene in assenza di sanguinamento.


Patologie associate

Oltre alle malattie ancora non associate, le afte della bocca tendono a manifestarsi in modo particolare negli individui immunodepressi e nei pazienti affetti da gravi malattie, come ad esempio l'AIDS o alcuni tipi di patologie neoplastiche (tumori).

Oltre alle mucose del cavo orale, le afte possono in alcuni casi estendersi anche alle semimucose ed alle mucose genitali. Questa condizione, associata ad alterazioni oculari (irite) e talvolta a lesioni di altri organi, è tipica della grande aftosi o sindrome di Behçet, di cui si è prospettata anche un'origine autoimmune.

Da qui, l'importanza di non sottovalutare questo disturbo, poiché potrebbe rappresentare il segno di un'eventuale patologia di base, talvolta anche molto grave.


Trattamento

Non essendo le cause ancora del tutto chiarite, non esiste un unico trattamento efficace in grado di curarle, tuttavia esistono una serie di trattamenti ed accorgimenti sia naturali che non, in grado di contrastarle.


La propoli è un rimedio naturale molto utile grazie al potere antisettico di cui è dotata, a patto di evitarne l'assunzione sotto forma di tintura idroalcolica. L'alcol in essa contenuta, infatti, non farebbe altro che peggiorare il dolore tipicamente scatenato da queste lesioni.

Può essere utile l'assunzione di alimenti, integratori e medicinali capaci di aumentare l'efficienza fisica e, soprattutto, immunitaria (vitaminici, probiotici, minerali) specialmente nel caso delle recidive.

Allo stesso modo, si è rivelato utile anche il ricorso a pratiche di rilassamento psicofisico per diminuire lo stress.


Per quanto riguarda l'eventuale terapia farmacologica, invece, può essere utile il ricorso a gel o collutori a base di farmaci antinfiammatori, oppure a base di sostanze antisettiche come, ad esempio, la clorexidina.

L'impiego topico di anestetici locali come la lidocaina, invece, può essere molto utile per ottenere sollievo dal dolore che caratterizza le afte della bocca.

L'uso topico di corticosteroidi, da assumersi sotto forma di collutori o paste per massaggi, ha dimostrato una certa utilità nel ridurre la gravità e la durata delle ulcerazioni, ma non ha effetto sulla frequenza degli episodi aftosici. Tuttavia, è bene ricordare che l'uso di questo tipo di farmaci nel trattamento delle afte della bocca deve essere effettuato con moderazione e solo sotto il controllo del #medico.

L'uso di #antibiotici per via topica, invece, è riservato perlopiù al trattamento di afte particolarmente grandi, ma anche in questo caso, tale trattamento deve essere effettuato solo se il medico lo prescrive.

Gli sciacqui con collutori contenenti antibiotici, invece, possono essere effettuati per prevenire infezioni batteriche e complicanze secondarie alle lesioni ulcerative.

In presenza di afte particolarmente dolorose, il ricorso a farmaci antidolorifici può dare sollievo al paziente.

Infine, nei casi più gravi può essere tentato l'approccio con terapie sistemiche a base di immunosoppressori ed immunomodulatori. Ad ogni modo, l'uso di questi farmaci nel trattamento delle afte della bocca viene effettuato molto raramente e comunque solo ed esclusivamente sotto la stretta supervisione del medico.


Consigli utili

Adottare un'alimentazione sana preferendo l'assunzione di cibi ricchi di vitamine come detto precedentemente (in particolare B12, C, D e acido folico) e di alimenti ricchi di ferro, zinco e probiotici.

Per evitare invece di accentuare ulteriormente le sensazioni dolorose, può essere utile evitare l'assunzione di cibi piccanti, acidi e/o molto salati, di grassi animali e di frutta secca.

  1. Mantenere un buon livello d'igiene orale;

  2. utilizzare spazzolini con setole morbide per la pulizia dei denti;

  3. evitare il fumo;

  4. evitare alcolici e superalcolici.



Io personalmente consiglio ai miei pazienti l'utilizzo di collutori quali Aftamed (colluttorio a base di acido ialuronico) oppure Alovex che costruisce una barriera sulla lesione la quale al tempo stesso ne favorisce la cicatrizzazione. Sono entrambi disponibili sia nei formati spray che gel per applicazioni localizzate nel caso per esempio dell'insorgenza di una sola afta.


Auspicando di esservi stato d'aiuto, nel caso aveste domande da pormi non esitate a contattarmi!


18 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page