La Fotografia nella Pratica Clinica (parte 2)

Aggiornamento: 28 apr


trattamento dentale
Simone Villa - Igienista Dentale

Come vi ho descritto l'altro ieri, proseguo nell'opera di scrittura di una sorta di "mini diario" personale che ho deciso di #condividere con voi, dedicato all'Importanza della Fotografia Odontoiatrica nella Pratica Clinica

 

Già dalla fine degli anni novanta, sui banchi e nei laboratori dell’Istituto professionale di Stato per l’industria e l’artigianato “F.Lombardi” di Vercelli dove ho conseguito il diploma di odontotecnico, ricordo che mi dilettavo con i miei compagni a cercare di fotografare i modelli che sviluppavamo in #laboratorio per poter esporre al meglio quelle che erano le piccole ricerche o tesine di allora, foto a dir poco spaventose, quasi scabrose, senza nessuna nozione di fotografia di base, ma che comunque ci davano quella marcia in più ed un “tono” tutto personale nell’arrivare ad ottenere dei voti quantomeno accettabili.

Col passare degli anni, e con l’inizio del percorso universitario che mi ha portato a laurearmi, nell’”ormai” lontano 2007 come igienista dentale presso la facoltà di medicina e chirurgia dell’Università del Piemonte Orientale “A.Avogadro”, ho avuto la possibilità di iniziare ad avvicinarmi maggiormente alle tecniche fotografiche applicate alla pratica #clinica. Ricordo ancora come i nostri #docenti, uno in particolare il dott. M. Migliario, cercasse di spronarci a fotografare il più possibile tutto quello che potevamo, ed apprendere le tecniche base per poter arrivare ad ottenere delle foto che potessero fornire dei dati visivi accettabili e ricordo anche e soprattutto la “guerra” che dovevamo fare per avere la possibilità di utilizzare l’unica macchina fotografica presente in clinica che, ovviamente, era tenuta sotto stretta sorveglianza e chiusa a chiave in un armadietto nell’ufficio del direttore!

 

Stay tuned


11 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti