Afta Si, Afta No?

Oggi parliamo di #afte: quanti di voi almeno una volta nella vita hanno sofferto di questo problema alla bocca? Magari di quelle che si manifestano inizialmente con un leggero fastidio e in piccole dimensioni salvo poi diventare dei crateri tipo Vesuvio?? 😃

E di mangiare con un afta in bocca ne vogliamo parlare? Giocando tipo a campo minato con la bocca e assumendo pose strane pur di non far entrare in contatto il cibo (magari proprio del sale o dell'aceto oppure del limone meglio ancora!) con la lesione, perché in quel caso la reazione conseguente a un'esplosione di tale potenza sarebbe come minimo: "BOOOM! AIA! CHE DOLORE!!" 😭🥶



Adesso mettendo da parte gli scherzi e venendo a noi posso dirvi che le afte della bocca sono lesioni della mucosa orale, caratterizzate da abrasioni od ulcerazioni rotondeggianti del diametro di 2-5 mm, anche se talvolta possono raggiungere dimensioni superiori al centimetro!


Leggermente profonde e circondate da un alone rossastro, le afte orali possono essere singole o presentarsi a gruppi; normalmente guariscono in 7-15 giorni ma tendono a recidivare ripresentandosi a distanza di tempo.


L'#aftosi è un'affezione molto comune, tanto da interessare, durante qualche periodo della vita, dal 20 al 60% della popolazione. Rare nell'infanzia, le afte possono comparire già nel periodo adolescenziale e raggiungono il picco d'incidenza tra i 20 ed i 50 anni, con una prevalenza simile in entrambi i sessi (leggermente superiore in quello femminile).


Le cause delle afte non sono ancora completamente conosciute, anche se a riguardo sono state avanzate diverse ipotesi, probabilmente dipendenti tra loro (#psicosomatiche, #allergiche, #autoimmuni, #ormonali, #infettive, #genetiche e #dietetiche).


In taluni casi, le afte della bocca possono essere la semplice conseguenza di traumi locali, quali morsicature durante la masticazione o erosioni causate da un utilizzo troppo energico dello spazzolino da denti.


Secondo l'ipotesi dietetica, invece, l'insorgenza delle afte in soggetti predisposti sarebbe facilitata da un'alimentazione troppo ricca di #alcolici, cibi #piccanti, #grassi animali, frutta secca, #mostarda, #formaggio e #cioccolato.


Anche la carenza di alcuni minerali, come lo #zinco e soprattutto il #ferro, è significativamente associata alla presenza di afte della mucosa orale (26,3% in presenza di #anemia sideropenica).


Dal momento che le cause che portano all'origine delle afte della bocca non sono ancora state del tutto chiarite, non esiste un unico trattamento in grado di curarle, tuttavia può essere utile l'assunzione di alimenti, integratori e medicinali capaci di aumentare l'efficienza fisica e, soprattutto, immunitaria (#vitaminici, #probiotici, #minerali).


 


Pensi di essere affetto da afta e non sai come comportarti? Non sei sicuro di averla riconosciuta? Desideri un consiglio professionale su un prodotto piuttosto che un altro da utilizzare? Visita la mia sezione di contatto a fondo pagina. 😉

5 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti